Sono in corso i lavori di cui al progetto per l’”Ammodernamento tratte ammalorate dell’Adduttore Primario Triolo/Foggia”, finanziato nell’ambito “Piano straordinario per la realizzazione degli interventi urgenti in stato di progettazione definitiva ed esecutiva relativi agli invasi multiobiettivo ed al risparmio di acqua negli usi agricoli e civili” adottato con Decreto n. 526 del 6 dicembre 2018 del Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti di concerto con il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali – ai sensi dell’articolo 1, comma 523, della legge 27 dicembre 2017, n. 205.

L’adduttore principale “Triolo Foggia”, progettato unitamente all’intero complesso degli impianti del Sud – Fortore negli anni 70 e posto in esercizio negli anni ’80, si diparte da Vasca Tavoliere e, procedendo in direzione NO-SE, raggiunge la città di Foggia e la peripla nella sua parte nordorientale. Lungo il suo percorso alimenta i torrini piezometrici P1, P2 e P3.

L’intervento si è reso necessario per prevenire episodi di rotture che, anche a causa della estrema vicinanza agli insediamenti civili ed alle strade, potrebbero provocare gravi danni. I lavori di progetto prevedono, nelle tratte particolarmente critiche, l’affiancamento e/o la sostituzione delle condotte esistenti in cemento armato precompresso con omologhe condotte in acciaio.

L’uso dell’acciaio in alternativa al cemento armato precompresso fornisce maggiori garanzie in termini di resistenza alle pressioni di esercizio (9-9,5 bar), ma soprattutto la certezza di evitare ulteriori episodi di scoppio.

Le tratte caratterizzate da maggiori criticità per la vicinanza di insediamenti civili e produttivi sono state numerate nel progetto da 1 a 6.