Ammodernamento del sistema di acquisizione, elaborazione e trasmissione dati dell’impianto di monitoraggio e telecontrollo dell’adduzione primaria dei distretti 9/10/11 del comprensorio irriguo del Fortore”

Il progetto è stato finanziato con il contributo previsto dall’ art. 1 comma 523 della  Legge n. 205/2017, giusto  Decreto 526/2018  del  Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti nell’ambito del  Piano Straordinario di interventi nel Settore Idrico,

L’intervento proposto consiste nell’ammodernamento del sistema di telecontrollo realizzato a metà degli anni ’90 a cui è asservita la rete di adduzione primaria dei  distretti irrigui n.9, n.10 e n.11, i cui  impianti idraulici sono stati  realizzati tra la fine degli anni ’60 e la prima metà degli anni ’70.

L’ammodernamento dell’impianto è stato realizzato alla luce delle nuove tecnologie di controllo e regolazione, introducendo nell’architettura del sistema,  le RTU (Remote Terminal Unit)/ PLC con controllo e regolazione locale e contestuale supervisione, controllo e regolazione effettuate da un “Centro Raccolta Dati”.

Verrà introdotta  nuova  sensoristica  per la rilevazione dei dati significativi per la gestione del sistema irriguo (portate, pressione, livelli, ecc.) che, in ragione dell’esperienza maturata, garantisce maggiore affidabilità, con particolare attenzione alla misura delle portate nei nodi idraulici. Tali innovazioni saranno utili   per il controllo  dell’erogazione in esercizio e la valutazione del bilancio idrico stagionale, oltre alla rilevazione delle disfunzioni idrauliche e/o elettriche e degli allarmi.

Saranno  inoltre sostituite le  apparecchiature idrauliche obsolete e non funzionanti e gli  attuatori degli organi di manovra con nuovi modelli che adottano il protocollo di comunicazione modbus.