In continua crescita l’apertura dell’Ente verso i cittadini ed il territorio – sostiene il Presidente Giuseppe De Filippo – che accanto alle attività di gestione delle opere di pubblica utilità, difesa del suolo ed irrigazione, promuove la  valorizzazione degli aspetti scenico-percettivi dei laghi originati dalle dighe, diventati ambienti di alto valore paesaggistico.

È il caso dell’invaso di Marana Capacciotti che è stato scenario lo scorso 26 gennaio  della gara ciclistica “1° XC Capacciotti,  valevole per il 7° trofeo dei 5 Reali Siti – Campionato Regionale e provinciale CsaIn MTB”,  con  la partecipazione di corridori di livello giunti da tutta la Puglia,   lungo un percorso variegato, veloce e divertente.

In contemporanea si è tenuta una ciclo-escursione, senza fini agonistici,  lungo  la circumlagunare  che ha fatto apprezzare maggiormente le bellezze dei luoghi.

“L’invaso e la diga di Marana Capacciotti”, ricorda  il Direttore Generale Francesco Santoro,  è stata premiata con menzione speciale nel 2017 all’ottava edizione de “La Fabbrica nel Paesaggio“, Concorso internazionale promosso dal Club per l’Unesco di Foligno e Valle del Clitunno e sostenuto dalla Federazione Italiana dei Club e Centri per l’Unesco, dall’Osservatorio europeo per il Paesaggio e dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo.