Si celebra giovedì prossimo, 21 novembre, ore 9.30,  al “bosco didattico” di Occhito in agro di Carlantino,  la Giornata nazionale degli alberi, istituita dal Ministero dell’Ambiente con la Legge 10 del 2013 e inserita tra le “Giornate in bosco” indicate dalla Regione Puglia.

Un modo per celebrare gli alberi e il loro indispensabile contributo alla vita,  una giornata dedicata alla natura, con l’obiettivo  di avviare o rilanciare piccole azioni che sostengono e diffondono la cultura della sostenibilità nel nostro territorio, ma soprattutto  finalizzata a creare nelle  giovani generazioni una coscienza ecologica, quale bagaglio culturale utile per affrontare problematiche ambientali che ormai stanno emergendo su scala globale.

È  anche  l’occasione per avviare un percorso di sensibilizzazione ambientale, riferisce il Presidente Giuseppe De Filippo, sul ruolo fondamentale degli alberi nella prevenzione del dissesto idrogeologico. Un’iniziativa  che si affianca alle altre giornate di comunicazione e divulgazione  distribuite nel corso dell’anno destinate ai giovani – e non solo – su temi ambientali emergenti,  realizzate dal Consorzio per la bonifica della Capitanata.

L’evento – sottolinea il Direttore Generale Francesco Santoro – cofinanziato dalla Regione Puglia, ha ricevuto l’adesione di Legambiente e FAI, e prevede  attività didattiche: laboratori e piantumazione di nuovi alberi di specie autoctone,  per circa 90 studenti dell’Istituto Comprensivo dei Monti Dauni  dei plessi  di Carlantino, Celenza Valfortore, San Marco la Catola e Motta Montecorvino ed una parte introduttiva con l’intervento delle Istituzioni, quale momento di riflessione per rilanciare il valore sociale e paesaggistico del nostro territorio.