Avviati a gennaio  i lavori di messa in sicurezza della cabina elettrica e l’efficientamento dei gruppi  motori pompe, dell’impianto di sollevamento acque di Bellantuoni.  Importo lavori affidati:  € 640.606,33, RUP: ing. Giuseppe Di Nunzio.

Il progetto è stato finanziato nell’ambito  del Por Puglia 2014-2020 – Patto per la Puglia – 1^ trance   FSC 2014-20120 – Infrastrutture per l’utilizzazione della risorsa idrica – Reti ed Irrigazione – Consorzi di Bonifica”,   unitamente ad altri 7 interventi  di rilevante importanza per il settore irriguo.

L’impianto di sollevamento di Bellantuoni, riferisce il Direttore Generale Francesco Santoro, è  in servizio dal 1980 e  assolve alla delicata funzione di alimentare un’area  altimetricamente più elevata,  estesa  circa 2600 ettari, ricadente nel distretto irriguo n. 11 del Nord Fortore,  in agro di S.Paolo di Civitate e Torremaggiore .

I lavori  all’impianto di sollevamento,  evidenzia  il Presidente Giuseppe De Filippo,  sono improntati all’ammodernamento,  con l’obiettivo di migliorare l’affidabilità, la durevolezza dell’impianto e l’energy saving. Con le nuove “macchine” che saranno installate in sostituzione di quelle vetuste,  si potranno automatizzare alcune procedure e  si  migliorerà l’efficienza elettrica  del 20%.