Le opere gestite dal Consorzio per la bonifica della Capitanata nel Comprensorio della Sinistra Ofanto  tra le tappe più rappresentative  del workshop dal titolo  emblematico e di grande attualità: Can Water Productivity Improvements Save Us from Global Water Scarcity?.

Si tratta dun interessante seminario  che  il CIHEAM di Bari,  membro fondatore della piattaforma lanciata dalla FAO sul “Quadro globale sulla scarsità d’acqua in agricoltura” (WASAG), ha ospitato nelle scorse settimane  e che ha riunito  esperti di governi, organizzazioni internazionali, istituti di finanziamento dello sviluppo e il mondo accademico per sensibilizzare e sostenere le azioni per un uso più sostenibile della risorsa idrica in agricoltura e combattere la scarsità d’acqua con l’obiettivo di raggiungere una maggiore sicurezza alimentare e nutrizionale.

La gestione del territorio e delle risorse idriche in agricoltura è un argomento cruciale per la regione mediterranea, sostiene il Presidente Giuseppe De Filippo,  ed è  fondamentale per lo sviluppo economico e tecnologico dell’area. In tale prospettiva, il Consorzio di Bonifica della Capitanata, come sostiene  CIHEAM,  rappresenta una istituzione di eccellenza riconosciuta a livello nazionale e internazionale.

La visita tecnica, incentrata  sullo schema irriguo della Sinistra Ofanto – distretto 10,   è stata guidata dal Direttore dell’Area Agraria Luigi Nardella e dal Caposettore Giuseppe Tucci che con chiarezza  e competenza  hanno consentito ai partecipanti di comprendere bene le  tecniche e le metodologie per  raggiungere gli obiettivi di sostenibilità prefissati.

Le numerose visite da parte di enti e organizzazioni internazionali  –  precisa il Direttore Generale Francesco Santoro – è una conferma  dell’interesse  sull’operatività  del Consorzio e della funzione di primaria e vitale importanza  che ha assunto  per l’economia del territorio.